PANNELLI SOLARI FLESSIBILI
PANNELLI SOLARI FLESSIBILI

Quando abbiamo visto i primi pannelli solari flessibili ad alta efficienza, al SEA TECH di 

Carrara nel 2010, abbiamo pensato che potessero essere la soluzione giusta per i problemi di 

energia a bordo. In particolare per questi motivi:

- potenze rilevanti (fino a 130w) con ingombri contenuti (100 cm x 50 cm)

- la flessibilità ne consentiva finalmente l’installazione in posizioni ottimali, anche non 

perfettamente piane

- la leggerezza ed i materiali con cui erano fatti ne consentivano l’integrazione con il 

tessuto della capottina paraspruzzi e del tendalino parasole.

Dopo quattro anni di installazioni su tante barche e molti pannelli venduti abbiamo trovato 

conferme e smentite alle nostre impressioni. Ovvero:

CONFERME

- i pannelli hanno effettivamente un buon rendimento e restano efficienti anche se 

sottoposti a sole ed acqua per tutto l’anno 

- le batterie durano più a lungo perché i cicli di ricarica sono lenti e costanti, al contrario 

di quanto accade ad esempio con gli alternatori che sono più “violenti”.

- Con potenze contenute (es. 130 w policristallini) e con un pacco batterie servizi di 

almeno 200Ah, si può raggiungere un autonomia di qualche giorno, godendosi musica 

e birra fredda.

- L’istallazione migliore, almeno dal punto di vista del rendimento, secondo noi è sul 

bimini, ma sono possibili molte soluzioni alternative, come ad ed esempio in coperta 

oppure sulla capottina paraspruzzi, oppure sulle draglie, ecc.

- I prezzi, che inizialmente potevano arrivare fino a 10 euro per watt, nel tempo sono 

calati molto, fino ad arrivare quasi a quelli dei pannelli rigidi.

- Nel medio termine (3-4 anni) i materiali e quindi i pannelli stessi, si sono dimostrati 

abbastanza affidabili, anche se non si può dire la stessa cosa di tutti i produttori.  

PUNTI  ai quali fare ATTENZIONE:

- la flessibilità del pannello va gestita con attenzione perché il silicio (sia mono che poli 

cristallino) rimane sempre un materiale rigido e quindi propenso a rompersi con 

microfratture che limitano l’efficienza nel tempo di tutto il pannello.

- I regolatori di tensione sono una parte determinante di tutto il discorso. Un regolatore 

non efficiente può far fare cattiva figura anche ad un buon pannello

- l’assemblaggio di celle e conduttori deve essere di qualità, altrimenti la durata e 

l’efficienza del pannello ne risentono. L’alta efficienza delle celle non è sempre 

sinonimo di alta qualità del pannello.

- La garanzia in generale è di 2 anni, ma i difetti più probabili (come ad esempio le de 

laminazioni) rischiano di non essere riconosciuti dai produttori, nemmeno da quelli più 

famosi.

Le nostre opinioni: MORALE: Se avete una barca a vela o un motoscafo e volete godervi la crociera senza tanti pensieri per le batterie e volete avere sempre la birra fredda, i pannelli solari flessibili ad alta efficienza sono un ottima soluzione, ma rivolgetevi a qualcuno che li conosce bene, altrimenti rischiate di avere brutte sorprese. Fate attenzione a chi ve li installa e badate bene ai regolatori ed all’impianto, perché in questo settore sono le piccole cose a fare la differenza.

Valutazione: